Mariangela Di Gangi

Accendi la speranza
per cambiare la Sicilia.

 

Candidata alle Elezioni Regionali
Domenica 25 settembre 2022

Mariangela Di Gangi

Accendi la speranza per cambiare la Sicilia.

Candidata alle Elezioni Regionali, domenica 25 settembre 2022

Seguimi su Facebook

14 hours ago

Mariangela Di Gangi
SUL PIANO TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2022/24Dall’opposizione, con la sinergia tra diversi punti di vista, percorsi e impegni, ieri siamo riusciti a produrre risultati importanti con l’approvazione del Piano Triennale delle opere pubbliche, attraverso importanti modifiche su temi cruciali per la città. Opposizione che – vale la pena sottolinearlo – ieri ha espresso 14 voti a fronte dei 18 della maggioranza, votando compatta in seguito a un lavoro condiviso da tutti i gruppi di minoranza.Perché – non mi stancherò mai di dirlo – partire da ciò che unisce e non da ciò che divide, fa la differenza soprattutto in politica. 📍Attraverso un emendamento, approvato all’unanimità, abbiamo messo in sicurezza il Parco agricolo di Ciaculli da un’inutile cementificazione, non trascurando però la grave emergenza cimiteri. Attraverso un ordine del giorno, anche questo approvato all’unanimità, infatti abbiamo impegnato l’amministrazione comunale a utilizzare le somme liberate per l’ampliamento dei cimiteri esistenti e approfondire la possibilità di crearne nuovi all’interno delle cave dismesse nel territorio di Palermo, come nei cimiteri-bosco di tutta Europa. Questa risposta è certamente più tempestiva, organica e rispondente all’urgenza con cui bisogna intervenire sul tema.📍Abbiamo ottenuto un impegno in aula, da parte dell’Amministrazione Comunale, suggellato da un’ordine del giorno approvato all’unanimità, anche su importanti opere per le periferie, vincolando l’utilizzo dei fondi ex Gescal alle aree per cui esiste un importante programma di interventi per la rigenerazione dei quartieri Sperone, Borgo Nuovo e Zen o, ancora, chiedendo il recupero dei due poli scolastici per le periferie nord e sud e, in generale, chiedendo un impegno su tutta l’edilizia scolastica.📍L’amministrazione ha accolto anche, su suggerimento dell’opposizione, sia l’idea di anticipare la realizzazione del nuovo ponte sull’Oreto, per un più celere collegamento coi quartieri Falsomiele e Bonagia, che consentirà di ovviare alle criticità dovute alle condizioni del Ponte Corleone, sia l’istituzione di una task force per la manutenzione delle strade e per una regia sui finanziamenti del PNRR.Infine, non può certamente passare inosservata la contraddizione in cui questa maggioranza e l’attuale amministrazione sono cadute, avendo confermato la realizzazione dalla linea A del Tram, contrariamente a quanto sostenuto in campagna elettorale.👉🏻 Anche stavolta i gruppi dell’opposizione hanno messo la città al primo posto, non soltanto contribuendo concretamente attraverso proposte e idee, ma soprattutto contribuendo ai lavori d’aula con atteggiamento costruttivo, davanti a una maggioranza che continua ad avere i numeri risicati.Concetta Amella Rosario Arcoleo Giulia Argiroffi Leonardo Canto Valentina Chinnici Fabrizio Ferrandelli Ugo Forello Massimo Giaconia Fabio Giambrone Giuseppe Lupo Carmelo Miceli Franco Miceli Giuseppe Miceli Teresa Piccione Antonino Randazzo See MoreSee Less
View on Facebook

2 days ago

Mariangela Di Gangi
Si parla spesso ormai di periferie e rigenerazione urbana, ma dobbiamo capirci bene: di cosa stiamo parlando?Ieri ce ne siamo occupati in Consiglio Comunale e abbiamo chiesto chiarezza, provando a fare tesoro dell’esperienza che ho acquisito in questi anni, perché so bene quanto grave sia quando le istituzioni assumono impegni, soprattutto di fronte alle persone più ai margini, e poi non si porta a termine il risultato, tradendo fiducia e aspettative.Come accade con il programma di interventi finanziato attraverso i fondi “Ex Gescal”, che la Regione Sicilia ha messo a disposizione del Comune di Palermo nel 2000, per realizzare 28 interventi tra Sperone, Zen e Borgo Nuovo e i cui frutti ancora non sono arrivati nei quartieri. Stiamo parlando di riqualificazione e costruzione di scuole, spazi verdi e luoghi di socialità fondamentali per il rilancio delle comunità che abitano quei quartieri. Dall’area verde di Largo Gibilmanna e la riqualificazione della Scuola Maritain a #BorgoNuovo, passando per la ristrutturazione delle Scuole Mattarella, un parco verde attrezzato in via di Vittorio e un giardino pubblico allo #Sperone, per finire con la riqualificazione dei plessi De Gobbis e Smith dell’Istituto Sciascia, la costruzione di un centro di quartiere nel Baglio Mercadante, la riqualificazione di Piazza Zappa e il completamento della rete fognaria allo #Zen.E no, di quei 47 milioni di euro dati già nel 2000 dalla Regione, cui il Comune di Palermo ne ha aggiunti altri 11 nel 2021 e da cui ne sono già stati sottratti 9 dalla Regione, per destinarli ad altri territori e altri interventi, non è accettabile che venga fatto altro uso: sono stati destinati e devono esser usati per importanti opere per migliorare la vita di Zen, Sperone e Borgo Nuovo.Perché non possiamo lasciare a quei quartieri solo l’indignazione per le cose negative che accadono, senza costruire opportunità concrete di riscatto. Ieri, dai banchi dell’opposizione, abbiamo chiesto questo impegno all’amministrazione comunale e siamo contenti che l’Assessore Orlando lo abbia voluto assumere.I marciapiedi e le buche saranno sicuramente delle emergenze, ma quei quartieri attendono quelli che sono veri e propri strumenti di crescita decisamente da troppo tempo e quindi sono delle priorità. See MoreSee Less
View on Facebook

6 days ago

Mariangela Di Gangi
Ieri abbiamo fatto una cosa tanto semplice, quanto importante.Insieme, tutti i consiglieri e tutte le consigliere dei gruppi di opposizione, hanno dedicato un intero pomeriggio al confronto con le associazioni e la cittadinanza interessate a dare ip proprio contributo per il regolamento per la "Collaborazione tra Cittadini e Amministrazione per la Cura, la rigenerazione e la gestione dei beni Comuni", oggetto di discussione attualmente in aula.Dal momento stesso in cui abbiamo pensato all’ingresso a Palazzo delle Aquile, il nostro intento è sempre stato quello di portare dentro il palazzo ciò che c’è fuori e portare fuori ciò che accade dentro il palazzo.Ieri abbiamo provato a mettere al centro ciò che unisce e non che ciò che divide, perché è così che si costruisce il cambiamento, anche delle pratiche.Fondamentale è stato certamente aver ascoltato i cittadini e le cittadine che hanno voluto dare il loro contributo. Un ascolto che non si limiterà ad essere tale, ma che deve diventare effettiva partecipazione, incidendo. Ma siamo davanti “soltanto” ad un primo confronto, cui sicuramente ne dovranno seguire altri, per arrivare a un testo il più possibile adiacente ai bisogni espressi e per arrivare a un metodo diverso di gestire la città: una gestione corresponsabile e pubblica, con un protagonismo reale di cittadine e cittadini.Sarà un percorso difficoltoso, sicuramente perfettibile, ma la buona politica deve partire e non può prescindere dal confronto, che non nega i conflitti e li affronta, nella comune volontà di superarli.📱Link per assemblea completam.youtube.com/watch?v=O7GeunK2O3I&feature=youtu.be See MoreSee Less
View on Facebook

1 week ago

Mariangela Di Gangi
Oggi su TELE ONE abbiamo parlato ancora della mozione approvata giovedì in consiglio comunale, all’unanimità.Una mozione intitolata alla memoria di Carmela Petrucci e che impegna l’amministrazione comunale a proseguire nel finanziamento dei servizi per il contrasto alla violenza maschile sulle donne. See MoreSee Less
View on Facebook

1 week ago

Mariangela Di Gangi
Anche questo 25 novembre al Laboratorio Zen Insieme. Stavolta in un’altra veste, ma sempre a casa.Con la collega Viviana Raja, abbiamo incontrato un gruppo di donne del quartiere, confrontandoci con loro su cosa sia la parità di genere, ascoltando le loro riflessioni sul tema e i loro propostiti per la trasformazione il cambiamento. Tanta, tanta energia e altrettanta bellezza! See MoreSee Less
View on Facebook